Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /web/htdocs/www.quilafesta.it/home/lenottidellemagare/wp-content/plugins/revslider/includes/operations.class.php on line 2715

Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /web/htdocs/www.quilafesta.it/home/lenottidellemagare/wp-content/plugins/revslider/includes/operations.class.php on line 2719

Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /web/htdocs/www.quilafesta.it/home/lenottidellemagare/wp-content/plugins/revslider/includes/output.class.php on line 3615
29 novembre 2016 – Le Magare, un mondo di magia – Le Notti delle Magare

Ore 18.00 | Piazza Don Luigi Magnelli
Conferenza stampa di presentazione
A seguire degustazione di “Paddruni e Ficu” e della “Chjina”

Ore 19.00 | Piazza Don Luigi Magnelli
Concerto dei Sertango

Il progetto musicale, nato nel 2011 è basato su un repertorio dedicato principalmente al tango e alle sue contaminazioni attraverso composizioni originali e rivisitazioni di brani della tradizione.

Ispirandosi agli Ensemble di Astor Piazzolla e Richard Galliano, veri e propri traghettatori del tango popolare verso il jazz, il risultato finale è una sorta di tango elaborato, dal carattere forte e impetuoso, avvolto sempre da un suono sensuale e ricco di lirismo, in cui confluiscono elementi legati alla tradizione tanghera, al folklore e al mondo del jazz in cui l’aspetto della “creazione estemporanea” viene sempre affrontato con discrezione e senso misurato rispetto alla “scrittura compositiva” dei brani.

Tali scelte hanno brillantemente assolto uno degli obiettivi prioritari dei musicisti e cioè, quello di concepire le proprie esecuzioni e composizioni in pure stile cameristico dove l’arrangiamento gioca un ruolo fondamentale per esaltare il contrappunto e le strutture delle composizioni: elementi riconoscibili nella tradizione classica europea.

La musica è il guado possibile tra le diverse sfere così inconsapevolmente collegate, da tradizioni sonore conservate, riposte nelle abili mani dei musicisti; ma la musica non è mai pura conservazione e sempre trova la propria strada, come fa l’acqua, come fanno i popoli quando per necessità si muovono.

GALLERIA FOTOGRAFICA